SCUOLA DI EQUITAZIONE ETICA
Ricerca per:

Didattica SEE


Educazione alla calma

Educare il cavallo alla calma è il modo migliore per farlo stare bene e per ridurre alcune tra le problematiche gestionali più comuni quali i comportamenti eccitatori o esuberanti, l’ipersensibilità alle situazioni o alle novità, l’eccesso motorio o reattivo.C


Le emozioni nel cavallo

I cavalli sono in grado di provare emozioni e la scienza ormai l’ha ampiamente dimostrato. Paura, gioia, disgusto, rabbia, tristezza, stupore, ecc. sono emozioni facilmente riconoscibili da parte di coloro che frequentano i cavalli. 


L’educazione motivazionale

I cavalli, esseri senzienti, cognitivi e sociali come noi umani, nel corso della loro storia evolutiva di specie hanno selezionato un set di propensioni che spinge ogni soggetto a metter in atto dei comportamenti peculiari: i cavalli, infatti, compiono precise azioni, come ad esempio il pascolare, l’esplorare, il prestare cure, il perlustrare, il comunicare, ecc… e sono spinti alla ricerca di risorse di loro interesse come l’erba migliore o l’acqua o i sali minerali o ancora le foglie con azioni antiparassitarie, ecc.


Qual è la differenza tra la Scuola di Equitazione Etica e le altre scuole di equitazione naturale o etologica?

Una domanda che di frequente ci viene posta da chi ancora ci conosce poco è proprio volta a capire meglio come la SEE-Scuola di Equitazione Etica si differenzi da tutte le altre scuole di equitazione ed in particolare da quelle di equitazione naturale o etologica, con le quali spesso veniamo confusi, da chi ha uno sguardo superficiale. Apparentemente, infatti, alle persone che iniziano a conoscerci sembra più chiara la distinzione della SEE rispetto alle scuole tradizionali o ai classici sport equestri, soprattutto se ci si ferma soltanto alla superficie…